pier gatti
l'altra faccia del pianeta














sono in un luogo metafisico, raggiunto a fatica, da qualche parte del pianeta dove in apparenza non c'é niente da vedere e più mi guardo in giro e più ho voglia di guardare, immaginare, forse intuendo una qualche forma di verità totale...ho l'illusione di poter vivere e riprendere luoghi veri, non ancora modificati dall'uomo e, ad ogni passo, di penetrarvi per la prima volta. mi sppglio, così, a poco a poco, imparando di nuovo ad osservare " l'altra faccia di questo pianeta", pronto ad ascoltarlo e viverlo con tutto quello che lo circonda passando dall'infinitamente superfluo alla pienezza infinita... quaggiù esiste un altro mondo, un altro pianeta dove la realtà supera il sogno più eccessivo, dove tutto é amore della purezza, é forza rigeneratrice, é cultura dell'estetica e della bellezza... cerco di rappresentare la solitudine, il silenzio, la vastità degli spazi incontaminati, vera linfa di vita che mi aiuta a distinguere la qualità delle cose e a fare ordine nella convulsa esistenza puntando sull'essenziale... "l'altra faccia del pianeta" é il mio modo di scoprire il mistero e l'ignoto che é fuori e dentro di noi...
( pier gatti )


...pier gatti ama gli spazi vuoti, i paesaggi che la natura più cattiva e ostile ci regala in varie parti nel mondo. paesaggi deserrtici, infernali, ma di struggente estetica che solo un occhio attento riesce a cogliere per poi mostrarcelo sotto forma fotografica, buona , vera fotografia... con la complicità del fratello robot, alieno in domopack, ha inserito un elemento spaesante che spezza l'orizzonte vuoto con la sua pesantezza umana-non umana. altre volte un'ambigua silhouette in nero serve a popolare il suo paesaggio desertico. sembra quasi che la bellezza assoluta e selvaggia dei posti visitati lo impaurisca e lo intimidisca almeno esteticamente. pier gatti con un gesto tipicamente concettuale ci spiazza tutti... a noi oggi non resta che godere della visione di queste opere costruite in migliaia di anni e splendidamente fotografate da un poeta.
(dalla prefazione di ken damy al catalogo "l'altra faccia del pianeta" - edizioni del museo)


la mostra é composta da 30 immagini a colori 50 x 60 cm


catalogo edizioni del museo in galleria


le fotografie esposte sono in vendita


per informazioni: info@museokendamy.com


[ prossime inaugurazioni ] [ mostre 2004 ]
[ attività espositiva ken damy fine art ] [ menu principale ]