immagini leggibili come in una
favola. spazi ridotti, le scale,
le porte, i muri, gli angoli
come protezione in cui
rifugiarsi per sognare. forti
contrasti, il bianco come
intimità, il nero come ombra
che restringe e crea ulteriori
muri illusori. barriere di luci
e ombre, irrealtà geometriche
costruite dalla mente per
ritornare all'infanzia.

gisella fo nata nel 1982
a pavia, frequenta il secondo
anno all'accademia di belle
arti di brera.



per informazioni:
info@museokendamy.com


[ spazio opera prima ] [ mostre ] [ menu principale ]