Presentazione Mostre Calendario
Mostre
Santa Giulia
• Luis Gonzàles Palma
• Camera Work
• Lucien Hervé
Palazzo Bonoris
• Contempor'art
Sala Ss. Filippo e Giacomo
• Privato Veneziano
Palazzo Loggia
• Brescia-Cairo
Università Cattolica
• Ugo Mulas
LABA
• Jean Janssis
Museo Ken Damy
• Duane Michals
Atelier degli Artisti
• Rafael Navarro
Galleria Ucai
• Giovanni Sesia
Galleria dell'incisione
• Elliott Erwitt
Massimo Minini
• Elisabetta Catalano
Immagina di stile
• Joe Oppedisano
Fabio Paris
Art Gallery
• Bruno Muzzolini
Desart
• Michelangelo Consani
Ass. Culturale
La Parada
• Eikoh Hosoe
Chiostro di
S. Francesco
• Homo viator
L'olmocolmo
• Marco Utili
Effe Architettura d'interni
• Jerry Magro
Matrix
• Joyce Tenneson
Nap
• Prabuddha das Gupta
B.ART
• Walter Pescara
Kokeb – La Vineria
• Ousmane Ndiaye Dago
Just do it
• Dalla Bernardina - Gatti
Photogroup
• Maurizio Stacchi
Mentelocale
• Mauro Maffina
Centro Culturale l'Arsenale
• Jeff Dunas
Ufficio Turistico d'Iseo
• Lucien Clergue
Centro Arte Lupier
• Jan Saudek
Torretta Civica
di Sarnico
• Il vento dell'est

 


Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia 2004


Massimo Minini
Via Apollonio 68 - Brescia
Elisabetta Catalano
Action Portrait
a cura di Massimo Minini

Elisabetta Catalano fotografa da anni il mondo che passa da Roma, città abitata da personaggi straordinari che danno luce alla letteratura, alla politica, al cinema, all’architettura.
Roma ha sempre attratto ed ospitato grandi pittori e scultori, oggi artisti tout court, senza distinzione di generi. Chi tenta di catturare le sembianze viene a sua volta fatto prigioniero. Non si capisce chi è il pittore e chi il modello.
Gli artisti si lasciano fotografare da Elisabetta docilmente, come gli altri mortali. Dai suoi scatti si avverte che subiscono il fascino di un obiettivo animato da intenzioni. Ma poi gli artisti si vendicano e nel successivo capovolgimento di fronte Catalano deve piegarsi ai loro imperativi e fissare in immagini le costruzioni, le performances, le ubbìe e i loro sogni. Il fotografo diventa così testimone della nascita dell’opera, è il braccio (il dito) che fa scoccare la scintilla, ma non è mai un mero strumento.
Le immagini quindi sono più dalla parte dell’artista o del fotografo? Come sempre nei casi della vita molto dipende dai rapporti di forza: il più forte vince. Qui lo scontro da risultato pari, come un incontro.
Ho visto recentemente delle immagini di Brancusi scattate da Marcel Duchamp, gran bella occasione di incontro.
Anche in questa mostra abbiamo delle accoppiate miracolose con Catalano da un lato versus Pistoletto, Mauri, Gilbert & George, Beuys, Ontani…

Massimo Minini

dal 10 giugno al 5 settembre 2004
orario dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30
lunedì chiuso
inaugurazione giovedì 10 giugno alle ore 19
chiusura estiva dal 1 al 24 agosto

torna su

 

   
Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia 2004
Telefono preferenziale 0303774829 dalle ore 15:30 alle 19:30 - lunedì chiuso
25122 Brescia, corsetto sant'agata 22 loggia delle mercanzie
tel. 0303750295 fax 03045259 e-mail: info@museokendamy.com - http://www.museokendamy.com