Programma Mostre Calendario Program
Mostre
Santa Giulia
• Appunti fotografia
• Perfume de mujer
• Mu-seum
• Il mondo dell'arte
•Nel silenzio d'una storia
Piccolo Miglio in Castello
• Contempor'art
Sala Ss. Filippo e Giacomo
• Nuove generazioni
Museo ken Damy
• Collezione privata
aab
• Flor Garduño
Galleria Ucai
• Maggie Cardelùs
Università cattolica
• tre visoni al femminile
LABA
• Gruppo Quanta
Ken Damy fine art
• Elaine Ling
Atelier degli Artisti
• Lieve prins
La Parada
• Alma Davenport
Galleria delle Battaglie
• Barbara Forshay
Galleria dell'incisione
• Ritratti
Immagina di stile
• Moskaleva - Frima
Massimo Minini
• Francesca Woodmann
Nuovi Strumenti
• Donnamadrebambina
Paci Arte Contemporanea
• Paola Pansini
Fabio Paris
• Armida Gandini
Primo's Gallery
• Carrano - Galliani
Reali Arte
• Femminile, singolare
sbac - Studio
• Ri-trattare
Teatro Sociale
• Lieve prins
San Desiderio
• Casca il mondo
Mangiafuoco ristorante
• Pamela de Marris
Bar Piazzetta
• Fabiola Quezada
Centro Culturale l'Arsenale
• Saudekova
• Monzoni
Ufficio Turistico d'Iseo
• Laura Morton
Crono Arte contemporanea
• Losciuto - Xiuwen
Villa Glisenti
• Lo spazio inatteso
Centro Arte Lupier
• Autoritratti al femminile
Teatro Alberti
• Teatrini - Sullivan
Arte.Novaglio
• Barbara Tucci
Area Imprinting
• Paesaggio del corpo

 


Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia 2006


Reali Arte Via Pietro Marone 13 Brescia tel. 03046042
Femminile, singolare
Anne-Clémence de Grolée, Oksana Shatalova & Alla Girik, Yi Zhou
a cura di Paola Nicita
dall’8 giugno al 14 settembre 2006
orario da mercoledì a sabato dalle 15,30 alle 19
chiusura estiva dallĪ 1 al 31 agosto
inaugurazione giovedì 8 giugno dalle ore 18 alle 21

L’universo femminile declinato secondo vari aspetti: dall’impegno sociale alla narrazione poetica,
dalla riflessione sulla condizione della donna ad una giocosità
che fa della leggerezza il suo punto di forza.
Donne artiste che invitano a ripensare ruoli e sentimenti, modificano la percezione dei fatti,
coinvolgono lo sguardo proponendo direzioni inedite.
Il linguaggio della fotografia e quello dei video divengono così mezzi estremamente efficaci e di grande impatto per parlare di storia vissuta e di memoria, stratificando sogni ed esperienza quotidiana.
Donne di luoghi diversi, che si ritrovano nel parlare un linguaggio comune, forse senza saperlo.

Anne- Clémence de Grolée
Nelle fotografie, così come nel recente lavoro video, l’artista francese che da alcuni anni
risiede in Italia prosegue la sua indagine sui luoghi.
Gli scenari che si mostrano sono quelli dei paesaggi offesi dal degrado,
invasi dalle costruzioni abusive e dall’incuria.
Scheletri di palazzi che si affacciano su spiagge un tempo bellissime, costruzioni
che si impongono con la loro antiestetica e violenta presenza.
Luoghi che hanno perso l’anima e che rischiano di essere cancellati da un oblìo feroce,
fatto di scheletri di cemento, come rovine contemporanee simbolo di disagio.

Oksana Shatalova & Alla Girik
Donne ai margini che rivendicano un ruolo paritario, donne battagliere eppure troppo spesso perdenti. Le due artiste, originarie del Kazhakistan, investigano la mancata centralità del ruolo femminile, con una serie di lavori video e alcune serie fotografiche di grande efficacia.
Gli strumenti di bellezza divengono paradigma di violenza, dove il gesto si amplifica
fino a diventare stridente.
Donne- oggetto come feticci di un’esistenza fatta di opposizione al potere maschile: e anche quando all’orizzonte appare la possibilità di un sentimento, ecco subito mostrarsi un doppio fondo
dentro cui sprofondare.

Yi Zhou
La scena virtuale è l’ambientazione entro cui si muovono le figure create dalla giovane artista cinese, che ha studiato in Italia e adesso incarna la perfetta globtrotter, dividendosi tra America e Europa.
I video sono una porta su realtà possibili eppure già a portata di mano, tra segni e suoni di grande impatto sinestetico. Attenta alle molteplici forme espressive, dalla musica alla moda, Yi Zhou compone e scompone figure umane e immagina città, catapultandoci con forza in un presente futuribile, che già appare dietro l’angolo, pronto a sorprenderci.

Paola Nicita

 
Oksana Shatalova & Alla Girik Oksana Shatalova & Alla Girik Anneclemence de grolèe
   
Anneclemence de grolèe Yi Zhou Yi Zhou
     


 
   
Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia 2004
25122 Brescia, Corsetto Sant’Agata 22 – Loggia delle Mercanzie
Organizzazione e ufficio stampa tel. 030 3758370 da lunedì a venerdì dalle 15 alle 19
Segreteria Museo Ken Damy tel. 030 3750295 da martedì a domenica dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso lunedì
biennalefotografia06@alice.it - e-mail Museo ken Damy info@museokendamy.com