Programma Mostre Calendario Program
Mostre
Santa Giulia
• Appunti fotografia
• Perfume de mujer
• Mu-seum
• Il mondo dell'arte
•Nel silenzio d'una storia
Piccolo Miglio in Castello
• Contempor'art
Sala Ss. Filippo e Giacomo
• Nuove generazioni
Museo ken Damy
• Collezione privata
aab
• Flor Garduño
Galleria Ucai
• Maggie Cardelùs
Università cattolica
• tre visoni al femminile
LABA
• Gruppo Quanta
Ken Damy fine art
• Elaine Ling
Atelier degli Artisti
• Lieve prins
La Parada
• Alma Davenport
Galleria delle Battaglie
• Barbara Forshay
Galleria dell'incisione
• Ritratti
Immagina di stile
• Moskaleva - Frima
Massimo Minini
• Francesca Woodmann
Nuovi Strumenti
• Donnamadrebambina
Paci Arte Contemporanea
• Paola Pansini
Fabio Paris
• Armida Gandini
Primo's Gallery
• Carrano - Galliani
Reali Arte
• Femminile, singolare
sbac - Studio
• Ri-trattare
Teatro Sociale
• Lieve prins
San Desiderio
• Casca il mondo
Mangiafuoco ristorante
• Pamela de Marris
Bar Piazzetta
• Fabiola Quezada
Centro Culturale l'Arsenale
• Saudekova
• Monzoni
Ufficio Turistico d'Iseo
• Laura Morton
Crono Arte contemporanea
• Losciuto - Xiuwen
Villa Glisenti
• Lo spazio inatteso
Centro Arte Lupier
• Autoritratti al femminile
Teatro Alberti
• Teatrini - Sullivan
Arte.Novaglio
• Barbara Tucci
Area Imprinting
• Paesaggio del corpo

 


Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia 2006


Galleria dell’Incisione
Via Bezzecca 4 Brescia tel. 030304690
Ritratti
Martine Franck e Florence Henri
a cura di Chiara Fasser
dall’8 giugno al 14 settembre 2006
orario dal martedì alla domenica dalle ore 17 alle 20
lunedì chiuso
chiusura estiva dal 26 luglio al 31 agosto
inaugurazione giovedì 8 giugno dalle ore 18 alle 21


La Galleria dell’Incisione partecipa all’edizione 2006 della Biennale di fotografia organizzata dal Comune di Brescia e dal museo Ken Damy con una mostra dedicata a due straordinarie fotografe: Florence Henri e Martine Franck.
Di entrambe sono esposti una trentina di ritratti: ritratti femminili quelli di Florence Henri e ritratti di vario genere quelli di Martine Franck.
La mostra documenta l’evoluzione di un genere, quello del ritratto, che attraverso due interpreti di altissima qualità si realizza prima come composizione formale studiata e composta dalla stessa fotografa e poi come scatto immediato in cui l’obiettivo fissa un momento, ugualmente attento al personaggio famoso e a quello modesto, che ritrae senza tener conto del luogo e dello spazio che lo circondano.

Florence Henri Portraits des femmes
presentazione di Ferdinando Scianna

Florence Henri nasce nel 1893 a New York da padre francese e madre tedesca.
Studia inizialmente il piano, specializzandosi con Busoni e Petri e diventa concertista.
Abbandonata la carriera musicale a seguito della Prima Guerra Mondiale, si dedica alla pittura, studiando a Berlino, Monaco e Parigi. A Berlino nel 1921 conosce tra gli altri Richter e Moholy-Nagy, oltre a molti altri esponenti del Dadaismo e del Costruttivismo. Dal 1924 segue i corsi dell’Academie Moderne di Leger e Ozenfant. Nel 1927 si iscrive al Bauhaus di Dessau e segue il corso propedeutico tenuto da Moholy-Nagy e Albers. Inizia ad usare il mezzo fotografico. Nel 1928 rientra a Parigi portandovi un modo innovatore di usare la macchina fotografica: “Le fotografie che fece al Bauhaus ed in seguito a Parigi erano un misto innovatore di costruttivismo e surrealismo” (Van Deren Coke: Avantgarde Photography in Germany, 1919-1939). Dopo aver partecipato nel 1929-1930 alle grandi esposizioni internazionali “Photographie der Gegenwart” e “Film und foto” si dedica interamente alla fotografia, aprendo uno studio e realizzando foto pubblicitarie, di moda, reportage, ritratti. Nel secondo dopoguerra interrompe l’attività di fotografa dedicandosi prevalentemente alla pittura. Muore a Compiegne il 24 luglio 1982.

Martine Franck Ritratti
presentazione di Elliott Erwitt
Durante la guerra suo padre si arruola nell’esercito inglese e lei, con il resto della famiglia, si trasferisce negli Stati Uniti. Nel 1944 ritorna a Londra e in seguito comincia gli studi di storia dell’arte all’università di Madrid, poi alla scuola del Louvre di Parigi. Segue uno stage al Time-Life dove ha l’occasione di conoscere Eliot Elisofon, Gjon Mili, etc. Approda a Vogue dove le affidano la rubrica “Les contemporaines” (ricordiamo i ritratti di Sarah Moon e di Ariane Mnouchkine). Nel 1970 Martine Franck è membro nella prima Agence Vu, poi nel 1972 partecipa alla fondazione dell’Agence Viva e nel 1980 raggiunge la Magnum. È specializzata in ritratti di artisti e scrittori e in reportage umanitari.
     
       
Florence Henri   Florence Henri   Florence Henri  
         
     
       
Martine Franck   Martine Franck   Martine Franck  
         


 
   
Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia 2004
25122 Brescia, Corsetto Sant’Agata 22 – Loggia delle Mercanzie
Organizzazione e ufficio stampa tel. 030 3758370 da lunedì a venerdì dalle 15 alle 19
Segreteria Museo Ken Damy tel. 030 3750295 da martedì a domenica dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso lunedì
biennalefotografia06@alice.it - e-mail Museo ken Damy info@museokendamy.com